Saltar al contenido

¿ COME FUNZIONA UN PANNELLO SOLARE?

Sempre più persone installano pannelli solari sul tetto per fornire alla propria casa l’elettricità generata da loro stessi. Ma come funziona un pannello solare? 

Questo articolo fornisce risposte ad alcune domande frequenti sul funzionamento dei pannelli solari. Non acquisti pannelli solari ogni giorno.

COME FUNZIONA UN PANNELLO SOLARE?

 

COME FUNZIONA UN PANNELLO SOLARE?

 Pertanto, dovresti leggerlo attentamente e scegliere sempre un’azienda affidabile se hai eseguito l’esecuzione.

 

Come funziona un pannello solare?

L’elettricità dai pannelli solari è in forte espansione. Converti la luce solare direttamente in elettricità verde, come funziona davvero? 

Tutta l’energia su questo pianeta viene dal sole. Anche l’energia in petrolio e gas era una volta energia solare. Ma milioni di anni fa, assorbito dalle piante, che in seguito divennero fossili. 

Quanto è bello allora che puoi raccogliere l’energia del sole direttamente, senza aspettare?

fotoni

Il sole splende Possiamo vedere parte di quella radiazione: la luce. Un’altra parte delle radiazioni che sentiamo nella nostra pelle: le radiazioni UV. 

Ciò che non vediamo o sentiamo: le radiazioni sono costituite da piccolissimi pacchetti di energia. Chiamiamo questi pacchetti fotoni.

Cattura fotoni

Quando i fotoni cadono sulla nostra pelle, assorbiamo la loro energia. Ecco perché la tua pelle si riscalda.

Quando il sole è al suo punto più forte, in estate, la parte UV è ancora troppo calda per la tua salute. Questo è davvero buono per la generazione di energia solare. 

Un pannello solare vuole catturare il maggior numero possibile di fotoni per generare una tensione elettrica. Un’altra parola per tensione è tensione. Ecco perché una cella solare è ufficialmente chiamata cella fotovoltaica, abbreviata PV.

Celle solari, ovvero celle fotovoltaiche.

La base di una cella fotovoltaica è una fetta molto sottile di silicio. Questo materiale è fatto di sabbia. Come il bicchiere. Sembra anche un po ‘di vetro. 

In realtà è tra vetro, pietra e metallo. E ora arriva il grande trucco. La parte superiore di questa fetta di silicio è diversa dalla parte inferiore. 

Ciò ha a che fare con il numero di «buchi» per gli elettroni. Ci sono più fori liberi nella parte superiore che in quella inferiore.

 Gli elettroni possono saltare ad esso. Ma allora dobbiamo prima sapere cosa sono gli elettroni.

 

elettroni

Un elettrone è anche un branco di energia. Come un fotone. A differenza di un fotone, un elettrone non può irradiare attraverso l’aria. 

Un elettrone è bloccato in un materiale, ad esempio, nel cavo del caricabatterie del telefono. Tuttavia, l’elettrone non è completamente fisso. 

Il materiale contiene «buchi» in cui gli elettroni dormono. Quando un elettrone «si sveglia», può saltare ulteriormente nel materiale in un altro «buco».

 Se molti elettroni si svegliano e cambiano i buchi, una corrente scorrerà nel cavo del caricabatterie alla batteria del telefono. Questo accade quando si collega il caricabatterie alla presa a muro. 

Questo perché la spina ha un’alta tensione (230 volt). Ecco cosa si svegliano quegli elettroni.

Cavi che intrappolano gli elettroni

Qualcosa di simile accade nella cella fotovoltaica. Un lato del silicio cattura un fotone. Questo fotone si trasforma in un elettrone. 

Ora ce n’è uno troppo su un lato dello strato di silicone. Ecco perché un elettrone salta dall’altra parte del silicio. E così tutti devono svegliarsi e saltare un altro posto. 

La tensione cambia attraverso tutti questi salti. E a causa di quella tensione scorrerà una corrente. 

Se osservi attentamente un pannello solare, vedrai fili molto sottili che si estendono sulla superficie del silicio. Quei fili intrappolano gli elettroni che saltano. 

Tutti i cavi si trovano infine tramite Via alla loro uscita. E lì hai la tua energia solare! 

I pannelli solari sono costituiti da molte celle solari che (solitamente) sono costituite da strati di silicio. 

Quando il sole colpisce le celle solari, viene generata una tensione elettrica nella cella solare. Questo è anche noto come effetto fotovoltaico. 

Ecco perché i pannelli solari sono anche chiamati pannelli fotovoltaici. Tutte le celle solari in un pannello, che sono collegate tra loro, quindi eseguono una corrente elettrica. 

È circa 12 o 24 volt di corrente continua. 

Per utilizzare questa elettricità è necessario un inverter. Un inverter converte la corrente continua a bassa tensione in una corrente alternata di 230 volt. Questa è la stessa elettricità che viene dalla sua produzione.

I pannelli solari generano più energia quando vengono posizionati a est, sud-est, sud, sud-ovest o ovest. 

L’angolo di inclinazione ideale di un tetto spiovente è di 35 °. I pannelli solari con una pendenza tra 20 ° e 60 ° offrono quasi la stessa efficienza. 

In questi casi, il reso verrà deviato di un massimo del 10%. Si sconsiglia un orientamento verso nord, nord-est e nord-ovest. 

Sono adatti anche tetti piani. È possibile selezionare un angolo e un’inclinazione ideali con i ponteggi su cui sono fissati i pannelli.

Come funziona un pannello solare se non c’è il sole?

Anche se non c’è luce solare diretta sui pannelli solari, viene generata elettricità. Durante i giorni nuvolosi c’è ancora luce solare (diffusa) nelle celle solari. Le celle solari funzionano bene quando il sole non brilla.

La temperatura influisce sul funzionamento dei pannelli solari?

Si potrebbe pensare che un pannello solare funzioni meglio in condizioni calde. Tuttavia, non è esattamente così. 

Un pannello solare funziona meglio quando è relativamente freddo e c’è molta luce solare diretta sui pannelli. Più caldo è un pannello solare, peggiore è la generazione di elettricità. 

Ogni aumento di 10 gradi della temperatura del pannello comporta una riduzione del 5% delle prestazioni. Pertanto, si desidera mantenere un pannello solare il più freddo possibile. 

Ciò è già in parte dovuto al passaggio del vento, ad esempio. Altri modi per mantenere fresco un pannello solare:

  • Posizionare i pannelli solari su un tetto  verde  . Un tetto verde garantisce il raffreddamento perché la vegetazione assorbe molto calore.
  • Posizionare i pannelli solari su un tetto piano  bianco  . Un tetto bianco riflette una grande quantità di radiazione solare nell’atmosfera. Di conseguenza, assorbe meno calore e il tetto attorno ai pannelli solari è molto più freddo.

Come funziona un investitore?

Una parte importante di un sistema a pannelli solari è l’inverter. Un inverter converte la corrente continua di 12 o 24 volt, che produce i pannelli solari, in corrente alternata di 230 volt. 

Un inverter è importante quando si collega un sistema di pannelli solari alla rete elettrica. Costituisce il cuore del sistema e svolge un ruolo importante nelle prestazioni dei pannelli solari.

 Pertanto, un investitore è anche l’anello più debole. Di solito, è necessario sostituire l’inverter una volta durante la vita dei pannelli solari.

La durata dell’investitore dipenderà dal tipo di investitore:

  • Gli investitori della catena durano tra 10 e 12 anni.
  • Un inverter con ottimizzatori di potenza dura dai 12 ai 15 anni.
  • I micro investitori durano dai 20 ai 25 anni.

Temperatura dell’inverter

Un inverter non dovrebbe surriscaldarsi troppo. Se le prestazioni elettriche dei pannelli solari sono molto elevate, l’inverter deve convertire molta elettricità. 

Ciò causerà il riscaldamento dell’inverter e, in tal caso, diventerà meno efficiente. Quando si installa l’inverter, si vorrà anche che si trovi in ​​un luogo in cui l’aria possa facilmente fluire attraverso l’inverter. 

 

Efficienza e durata dei pannelli solari.

L’efficienza delle celle solari nei pannelli solari si degrada un po ‘ogni anno.

 In generale, la resa cala dell’1% all’anno nei primi 10 anni e dello 0,7% nei prossimi 15 anni. Dopo 25 anni, i pannelli solari hanno spesso un rendimento di almeno l’80%. 

Pertanto, i produttori di pannelli solari offrono spesso una garanzia di energia. La garanzia di potenza indica la quantità della capacità originale che i pannelli continuano a fornire dopo un certo periodo. 

Non appena questo non è il caso, è possibile ottenere gratuitamente un pannello solare sostituito dal produttore.

Che cos’è il picco di watt?

Come per tutti gli apparecchi elettrici, anche l’energia dei pannelli solari è espressa in watt. Tuttavia, la produzione di elettricità non è uniforme perché la quantità di luce solare cambia sempre. 

Ecco perché la potenza massima è indicata per i pannelli solari: picco di Watt (Wp). 

Il numero massimo di watt di un pannello solare indica quanti watt almeno quel pannello può generare con un irraggiamento solare di 1.000 watt / m² e una temperatura di 25 ° C (paragonabile a una giornata di sole ma abbastanza fresca, in piena estate) . 

I pannelli in alcuni paesi hanno una media di circa 275 WP. Ciò significa che generano circa 275 watt in condizioni quasi ideali, o 0,275 kWh all’ora.

Quali tipi di pannelli solari ci sono?

Le celle solari sono costituite dalla sostanza siliconica. La differenza nel processo di produzione determina la differenza tra i tipi di pannelli solari: monocristallino o policristallino. 

Inoltre, ci sono pannelli a film sottile, che sono realizzati in materiale diverso. Maggiori informazioni sui 3 tipi più comuni di pannelli solari.

Come garantire il corretto funzionamento dei pannelli solari?

Ci sono alcuni cowboy sul mercato. Poiché i pannelli solari devono durare 25 anni, è molto importante che l’installazione venga eseguita da una parte affidabile ed esperta. 

La manutenzione dei pannelli solari non è quasi necessaria. C’è uno strato protettivo sulle celle solari che forniscono un pannello pulito dopo una doccia a pioggia. 

I pannelli solari su un tetto piano in un’installazione est-ovest devono essere occasionalmente puliti ai bordi. A causa del basso angolo di inclinazione, qui si può accumulare sporcizia.